lug
13

Cronaca dell’omicidio di SEVEN – I VIDEO DEI DISCHI .-

By · Comments Commenti disabilitati

Attacco del 13 7 Video 44 DOPPIO TRIPLO DISCO SI UNISCONO SEPARANOTutti i diritti Riservati

Attacco del 13 7 Video 45 Bolide dal DISCO Tutti i diritti Riservati

Attacco del 13 7 Video 46 DISCO SUL LETTO Tutti i diritti Riservati

Salve Amici,
spiacente dover continuare a pubblicare sulla mia morte e della mia famiglia. Proverò ad essere breve, e riferendomi ai tutti i posts della sezione “Attacchi Alieni – L’omicidio di Seven”, integro questi altri tre video registrati nella notte appena trascorsa. Nel Video 44 si osservano, sempre in dissimulazione nella A-Dimensional zone (zona A-Dimensionale, ovvero senza dimensioni spaziali, solo temporale), più formazioni discoidali con una cupola al centro, ne conto tre, che in sequenza si avvicinano, si incrociano e si uniscono in uno solo di grandezza superiore, a dimostrare che sono tenuto al centro fra tre o più fuochi incrociati; nel video 45 si osserva la formazione e l’emissione del bolide di “delta” verso me, che di fatto colpendomi brucia il mio corpo, dunque nel tempo consumano i miei tessuti, già da parecchio in sofferenza. Nel video 46 si osserva uno dei dischi, posizionato a taglio di 45° sul letto dinnanzi al cuscino, esattamente ove mi adagio stremato quando crollo brutalizzato praticamente esanime. Sul mio corpo è esposta la parte inferiore del disco, quel che nelle nostre navi è la chiglia, ove vi sono tre o più bulbi radiatori di letalissime micro-onde, per produrre sul mio torace i devastanti effetti che Voi tutti potete immaginare; inoltre il disco gira su se stesso ed il profilo sulla circonferenza è affilato come la lama di un rasoio, in quella particolare posizione del letto, con me esanime sotto, taglia all’altezza dei pelvi ! Le sensazioni sul mio corpo sono queste quando accade mentre sono coscente, all’inizio sembrano blande e sopportabili, più fastidiose come un solletico che dolorose, ma gli effetti sul mio corpo si sentono dopo e sono permanenti. Mi stanno estinguendo lentamente, forse per portarmi ad un infarto, in modo da non lasciare tracce di quel che fanno. I miei mi urlano di alzarmi e con le poche energie residue mi rimetto in piedi, vado sulla sedia o sul divano e li si ricomincia da capo ! Correre, uscire, scappare non serve a nulla, giorni e notte intere all’adiaccio e senza sonno ne ho trascorse tante, adesso sono stremato e non ce la faccio più ! Immagino in tanti si chiederanno, come mai sono ancora vivo, rispondo: è l’amore della mia famiglia, mi curano ed intervenendo nel tempo mi salvano. Anche loro però subiscono attacchi molto più efferati di questi, mia moglie, i miei figli, i miei nipoti, sono stati ai virtual anche senza arti, amputati bestialmente, scarnificati e con il livello di sangue al minimo vitale, perdendo i sensi con i comandi in mano nel disperato tentativo di tenermi in vita distruggendoli in time-back o annullando gli attacchi, ed impedire che questi eventi orribili e strazianti accadano, per loro, per me e vi giuro, anche per tutti Voi. Difficile riuscire perchè i virtual li hanno anche loro, dunque come noi li togliamo loro si riprendono in una sorta di orribile valtzer infinito che gira intorno al tempo degli eventi. Se finora ce l’abbiamo fatta e la partita continua a giocarsi pressocchè sul pari, non v’è garanzia o certezza di chi riuscirà a segnare il goal della vittoria per la vita, per la sopravvivenza. Seven spera facciate il tifo per noi e che nei fatti si possa dimostrare parlandone apertamente, divulgando tramite i media più seguiti del mio blog, sarebbe un aiuto determinante, ma evidentemente sin ora agli occhi Vostri o l’argomento è incredibile, o fa paura oppure semplicemente non interessa. Se al contrario mi deste ascolto, Seven è, con la collaborazione dei miei, in grado di dimostrare si quel che asserisce, ma anche quel che di fatto si dimostra da se osservando i video, con le opportune tecnologie non a mia disposizione e con gli occhi, la mente ed il cuore aperto alla grandiosità ed alla meraviglia della vita. Dalle stelle ci dimostrano di amarla in tutte le sue forme anche quelle terrestri, homo sapiens e le altre affini, mentre noi beneficiari di tanto amore, preferiamo tralasciare di sapere ed agire per aiutare. Ricordiamoci sempre che i miei figli, i miei miei nipoti hanno in loro il genoma di chi vi scrive, mio figlio Roby ha il volto di mio padre Francesco, mia figlia Aurora somiglia alla mia Sole, ma anche tanto a mia madre Pina, e sono così anche i miei nipoti, i due che stanno arrivando hanno scelto di chiamarsi Roberto e Gino, come me ed il secondo nome di mio padre, quello che amava usare mia nonna per chiamarlo, e già mi informano che ci somigliano tantissimo. Mio figlio Tepo ha il mio cuore nel petto, generato da vere e proprie cellule estratte dal mio cuore, e cosi suo figlio, mio nipote Xigifidsa, padre di Roberto e Gino in arrivo. Sono anche loro terrestri, qualora detto inutile distinguo possa ulteriormente sensibilizzarvi. Gente, non rinunciate a quest’estasi che è poesia, la vita è il dono d’amore di Dio dalla bellezza infinita. Mia moglie Sole, puro amore, ne è fatta persona, ed è la vittima più martirizzata, per quest’ infinta forza d’amore profusa verso noi tutti, negl’ illimitati, instancabili interventi di salvataggio eseguiti perfettamente e con i suoi occhi grondanti di lacrime per noi, al prezzo di inenarrabili violenze subite, mentre inerme come me tutti i miei lavora al virtual per ridarci vita. E’ l’esempio al quale tutti noi guardiamo in estasi con tutto l’amore che siamo! A presto, se vorrà Dio, SEVEN & FAMILY.-

Comments Commenti disabilitati
lug
12

IL DISCO.-

By · Comments Commenti disabilitati

Attacco del 10 7 Video 38 TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Attacco del 10 7 Video 39 TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Attacco del 12 7 Video 41 Tutti i diritti Riservati

Salve Amici,
pubblico per Voi gli ultimi video tra quelli registrati ogni notte da qualche settimana ad oggi. Se non ci saranno immagini eclatanti, visto che ci sembra ottenere esattamente l’effetto contrario di quel che si voleva ottenere documentando quel che ci accade, e la gente invece di avvicinarsi a noi sembra allontanarsi, eviterò di propinare on line ulteriori strazi, continueremo a soffrire e morire nel silenzio. D’altra parte è estate e la gente pensa ad altro, mentre noi, io, mia moglie, i miei figli, i miei nipoti, i miei fratelli, pensiamo a Voi, per lo più ignari, combattendo per il bene di tutti nell’attesa di soccorso o comunque di un concreto segnale che sia la parvenza di questo. Nei video, purtroppo girati con mezzi di fortuna, senza apparecchi professionali, si possono osservare per brevi istanti formazioni di “delta” roteanti intorno ad un centro, in dissimulazione. Con una moviola professionale sono certo si può osservare bene quanto mi è dato osservare con i miei occhi, purtoppo ormai tristemente esperti. Detto questo, ognuno è libero di vedere quel che gli pare, anche nulla. Se ci fosse con me qualcun’altro potrebbe confermare, al prezzo della propria salute, che le sensazioni sul proprio corpo non sono difformi da quel che si prova allorquando si sia esposti a potenti fonti radianti. Nessuno resiste a lungo davanti un’antenna per i cellulari attiva, ad esempio! Inoltre quei bolidi di “delta” a contatto con il calore corporeo bruciano, e quando ti zampillano da parte a parte attraverso il cuore…, bhe mi sembra di aver detto tutto. Certo se il blog pubblicasse video ed immagini sul gossip da spiaggia, registrerei diecimila contatti al giorno, mai avuto questa pretesa, ma trovarsi il vuoto intorno e l’indifferenza, visto il sacrificio estremo e l’efferato orrore contro il quale ci confrontiamo quotidianamente, ci uccide una volta in più ! Abbiamo cercato anche il dialogo contro detti assassini, ci fanno sapere che loro sono forti e sopportano l’orrore che ci danno perchè abituati a fare figli per mangiarli, e se ve lo dico non è uno scherzo. Io ho risoposto loro che da noi sono i figli ad avere la precedenza a tavola, e se l’unico cibo disponibile sono i loro stessi corpi, sono i figli a dover mangiare i genitori e non il contrario ! Abbiamo offerto loro il meglio, omogeneizzati e quant’altro, alcuni li accettano, ma poi hanno l’esigenza di togliersi i veleni, dunque … . Forse altri riusciranno ove noi non riusciamo, vista comunque l’esperienza, la sapienza e le superiori capacità dei miei, di certo non è intelligente per la Terra perderci e se non ce la faremo, il problema esploderà in faccia ai posteri immediatamente dopo noi ! Ditemi Voi con quali prospettive di riuscire a toglierli, con quali perdite e di chi, dato che almeno una volta al giorno ‘sti maledetti, orrore dell’universo, vogliono mangiare ! Difficile credermi, lo so, chi non sa, chi non prova, non può immaginare una civiltà capace di viaggiare nello spazio e nel tempo, incapace di risolvere con le incredibili tecnologie a loro disposizione, i più stupidi problemi esistenziali, tant’è : “sul loro pianeta non c’è nulla, solo radio, vulcani, cenere ed aria irrespirabile, mentre la Terra è meravigliosa (mi dicono in questo momento), unica nell’ universo”…, quel che tralasciano di capire è che se è così, con tutti i pro ed i contro, con 7,2 mld. di abitanti è perchè, sebbene non sappiamo come si saltà nello spazio-tempo, sappiamo che gli esseri sensienti ed intelligenti non sono cibo e che i figli non si toccano, sono sacri, e che il potere più grande dell’universo, non è l’appetito, da costoro ingannevolmente propagandato come affetto, ma è invece l’amore, unico e solo grande potere capace di far girare la vita nell’universo, la mia famiglia si onora di esserne mirabile esempio. Vorremmo dunque cogliere quanto con somma umiltà seminato e profuso per il bene di tutti, forse i più inconsapevoli, ma adesso in qualche modo informati. I miei figli, i miei nipoti, potrebbero fare tanto per questo pianeta, lavorare per la gente, rendere fruibili tecnologie semplici per migliorare le condizioni di vita, evitare che la “meraviglia dell’universo” possa, non voglia mai Dio, essere devastata dall’impatto di asteroidi emersi dagli spazi siderali all’improvviso, curare i più bisognosi, rendere coltivabili territori oggi incoltivabili, aiutare un pò insomma, è questo che vogliamo: libertà, amare ed essere amati. Se adesso non si porta a conoscenza dell’opinione pubblica quel che accade, tutto presto sarà oblio, rimarrà solo lo strazio che subiamo a testimoniare l’orribile verità comunicata con inenarrabile sofferenza da queste righe. Grazie, a presto, se Dio Vorrà. SEVEN & FAMILY ALL.-

Comments Commenti disabilitati

OMICIDIO ALIENO ATTACCO DEL 8 7 VIDEO 27 TUTTI I DIRITTI RISERVATI

OMICIDIO ALIENO ATTACCO DEL 8 7 VIDEO 28 TUTTI I DIRITTI RISERVATI

OMICIDIO ALIENO ATTACCO DEL 8 7 VIDEO 29 TUTTI I DIRITTI RISERVATI

OMICIDIO ALIENO ATTACCO DEL 8 7 VIDEO 30 TUTTI I DIRITTI RISERVATI.3gp

Salve Amici,
titolo eloquente ! Vi pubblico gli ultimi video registrati la notte scorsa, nei primi due il 27 ed il 28 girati in camera da letto si notano gli attacchi provenire da due direzioni diverse, dalla porta d’ingresso della camera o dalla parete ad essa adiacente e dalla parte opposta, dalla finestra, e più in basso i bolidi sembrano saltar fuori dal termosifone. E’ evidente che gli efferati aggressori si trovano dissimulati in A-dimensional zone in quelle aree. Osservando i movimenti dei bolidi, si nota che talvolta assumono percorsi circolari intorno ad un centro (un minidisco) o che si fermano per cambiare traiettoria intelligentemente. Nel video 29 ad un certo momento sebbene stremato, devo alzarmi dal letto per via delle insopportabili urticazioni che subisce il mio corpo dal dorso verso l’interno, passo in soggiorno ed anche li potete notare come sia sempre in mezzo a due fuochi, dalla parete dietro il divano potete notare partire vere e prorpie raffiche di “Delta” e dopo dalla porta sulla camera da letto o dall’angolo cottura. Nel video 30 seguo il breve corridoio e accedo in bagno, chiedo scusa per il disordine, li si vedono continuare le raffiche dalla finestra ed intorno al box doccia. Vi giuro che non ce la faccio più. Chiedo Aiuto, facciamo il Tam-Tam sulla rete, sensibilizzate amici e conoscenti, segnalate questo blog alle TV ed ai giornali, come provo a fare io, la gente deve sapere e deve imparare da chi e da cosa difendersi, siamo tutti in pericolo, tutti nella stessa barca, non fate finta di nulla perchè dispero per la mia vita e di tutta la mia famiglia, di mia moglie e dei fanciulli che eroici, in silenzio, Vi difendono. Chiediamo vita per continuare a lottare e riuscire ad eliminarli ‘sti maledetti. Il tempo rimasto senza il Vs. aiuto è minimo, agite e contattatemi, se ne parla la TV e i giornali ci salviamo e possiamo informare ed istruire la gente a che cosa guardare per capire i segnali di ostilità, perchè impari a difendersi. La minaccia è seria, concreta ed evidente, dopo di noi, non voglia mai Dio, toccherà a tanti altri, e nessuno di noi vuole questo scempio per la Terra. Grazie, a presto se vuole Dio. SEVEN.-

Comments Commenti disabilitati

SCOOP OMICIDIO ALIENO VIDEO 8 DEL 6 7 TUTTI I DIRITTI RISERVATI

SCOOP OMICIDIO ALIENO VIDEO 21 DEL 7 7 TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Salve Amici,
Seven c’è ancora, non so per quanto, qui ogni momento può essere l’ultimo. Pubblico per Voi altre inequivocabili testimonianze sugli attacchi che subisco incessantemente. Nel video n.8 sono evidenti le formazioni di plasma che si proiettano sul mio corpo o all’interno del letto per dopo saltare fuori dal mio dorso sdraiato, all’altezza del cuore, in modo da attraversarlo da parte a parte. Spostandomi alla dx dalla mia consueta posizione di riposo si vedono chiaramente, facile intuire dalle traiettorie seguite dai bolidi, talvolta dirette su me, talvolta con traiettorie guidate intelligentemente per girare all’interno del mio torace e devastarlo od a zampilli, che si tratta di veri e propri attacchi armati per uccidermi. Le formazioni di plasma sembrano emergere sparate dal nulla, tuttavia per qualche istante intorno al primo minuto, sulla pediera del letto all’altezza del pantalone, con un occhio attento od un fermo immagine si può osservare in dissimulazione una formazione mini-discoidale evanescente, che crea e spara i bolidi evidenti. Spesso ne osservo più di uno sapendo ormai cosa guardare, ed anche in base alle senzazioni dolorose che vivo, addirittura ne ho contati sino a quattro, uno per ogni vertice del letto, ci vorrebbe una telecamera veloce posizionata frontalmente per riprenderli tutti insieme. Anche nel video 21 si ripete lo stesso schema, ogni qualvolta provo a sdraiarmi stremato per l’esigenza di riposare, per quanto provi a resistere, crollo perdendo i sensi per il male che mi fanno. Va avanti così ormai da mesi, ormai ogni notte saluto la mia famiglia e prego Dio per la mia anima. Anche loro sono stremati, con le risorse ormai al lumicino, eroici continuano comunque a lottare per la sopravvivenza di tutti, anche di Voi tutti inconsapevoli. Se al mattino riapro gli occhi il merito è solo di questi miei eroi, mia moglie Sole, i miei figli Roby, Tepo e Aurora, tutti i miei giovanissimi nipoti, le loro madri due di loro in dolce attesa e dulcis in fundo i miei fratelli, Dio li benedica sempre. Vi informerò più dettagliatamente in seguito su quelle formazioni di plasma urticante, i miei dicono si tratti di “Delta”, una particolare forma di radioattività a noi sconosciuta, stabile in se, ordinata e plasmabile a piacimento con appropriate tecnologie di cui noi non disponiamo, ma incontrando luce o infrared diventa letale. Se Dio vorrà, se qualcuno vorrà darmi ascolto, aiuto e supporto come spero, anche grazie agli appelli che divulgo da queste pagine e quelli indirizzati ai TG, al Centro Ufologico Nazionale che ha in esame il maeriale che qui stò pubblicando, come fermamente credo tutto può ancora cambiare, il male può essere sconfitto e nel tempo ad ogni strazio si potrà rimediare. Bisogna solo fare presto ed avere fiducia in noi che per amore combattiamo soffrendo in silenzio per la libertà, contro ogni forma di efferata tirannia. Grazie, a presto. SEVEN.-

Comments Commenti disabilitati

SCOOP OMICIDIO ALIENO Sintesi Video 6 del 3 7 13 TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Salve Amici,
ho per Voi, anche stavolta devo dire purtroppo, un’altra inequivocabile testimonianza della efferata volontà da parte dei Tempy1 di porre fine alla mia esistenza, con inenarrabili atrocità. Cliccando sul titolo in alto all’inizio del post, parte un video girato durante la notte del 3/7 u.s. in camera da letto, in un appartamento dal quale a breve mi trasferirò; chiedo scusa per il desabigliée. Si vedono chiaramente formazioni di plasma, bolidi, che come proiettili colpiscono il mio corpo da ogni direzione. I colpi più dolorosi ed urticanti provengono da sotto, dall’interno del materasso dove sul finire del video si vedono infiltrarsi dalla pediera e correre verso la testiera x saltare fuori dal mio dorso ed attraversarmi da parte a parte, a tratti si vede il mio corpo sussultare, inutile ogni tentativo di difesa, con un semplice asciugamano. Naturalmente per evitare questo strazio evito quanto più possibile di coricarmi, ma dopo due o tre giorni trascorsi senza sonno, peraltro subendo in giro per casa le stesse atrocità, crollo stremato ed i vigliacchi fanno scempio di me. Va così da mesi e mesi, con periodi di relativa calma apparente. La situazione si è aggravata di parecchio dall’ultima decade di aprile, ma solo adesso le evidenze sono documentabili. Spero di poter coinvolgere le forze dell’ ordine grazie a questo materiale. Vi terrò aggiornati finchè possibile, a presto, Vs. SEVEN.-

Comments Commenti disabilitati

SCOOP - ESCLUSIVO BY SEVEN. TUTTI I DIRITTI RISERVATI.-

SCOOP – ESCLUSIVA BY SEVEN. TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI.-


SCOOP – ESCLUSIVO BY SEVEN. TUTTI I DIRITTI RISERVATI

Salve Amici,
INCREDIBILE SCOOP ! FINALMENTE LE PROVE DI TUTTE LE ATROCITA’ CHE STIAMO SUBENDO CON LE IMMAGINI DEGLI EFFERATI TEMPY1 DI CUI PIU’ VOLTE VI HO GIA’ PARLATO DESCRIVENDOVI COMPORTAMENTI ED OBIETTIVI. Sopra potete osservare uno dei loro dischi in movimento da sx vs. dx, ve lo descrivo in dettaglio: è a forma di tronco di cono, lo vedete dissimulato in A-Zone, la cosiddetta zona temporale a-dimensionale. In trasparenza, dissimulato, il disco. Si evince dall’effetto lente d’ingrandimento sui due archetti arancio paralleli, la cui distanza risulta contratta, a differenza dell’angolo retto in basso a sx che delimita il parapetto del balcone, preso come punto di riferimento per il confronto con altre immagini disponibili, scattate nelle stesse condizioni nei giorni a seguire. L’effetto lente è ancora più evidente osservando la luce del flash proiettata dal vetro verso l’esterno; si vede chiaramente come sia attratta verso sx per via della gravità utilizzata dal disco per darsi moto da sx vs. dx, ad assumere contorni ellittici nella consueta zona spazio-temporale 4D. Le immagini sono state scattate che era quasi alba, con il mio smartphone, durante una delle loro scorribande. Vogliono uccidermi, io e la mia famiglia siamo minacciati continuamente ! Tra me e loro, solo questa mia famiglia di eroi, ve ne ho già parlato, se mi rimane vita vi spiegherò.

DISCO STABILIZZATO.-

SCOOP – ESCLUSIVO BY SEVEN. TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI.-

In questa seconda immagine il disco è stabilizzato, al centro una luce bianco brillante, dovrebbe trattarsi di una sorta di ottica lenticolare per il monitoraggio interno vs. esterno, fortuna vuole che l’immagine è stata ripresa da dietro una porta finestra leggermente aperta, dunque l’angolazione del vetro ha riflesso sulla fotocamera le immagini interne al disco, il flash dello smartphone le ha amplificate. In questo dettaglio s’intravede in evanescenza la testa di uno di loro, immediatamente sotto la luce bianco-arancio di dx.

ESEMPLARE DI TEMPY 1 IMMAGINE RIFLESSA DALL'INTERNO.-

SCOOP – ESCLUSIVO BY SEVEN. TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI.-

In questa terza immagine si osserva nitida la parte sx riflessa della testa di un esemplare Tempy1. Eccoli a Voi, questi sono l’ORRORE. Si nota la fronte sfuggente marcata da una linea centrale a delimitare il cranio in due metà, occhi enormi nella proporzione del cranio, mento e bocca piccoli, d’altra parte non masticano, ma bevono, e narici esposte.

SCOOP - ESCLUSIVA BY SEVEN. TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI.-

SCOOP – ESCLUSIVA BY SEVEN. TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI.-

SCOOP - ESCLUSIVO BY SEVEN TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI

SCOOP – ESCLUSIVO BY SEVEN TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI

In quest’ultima che pubblico, eccoVi come mi hanno ammazzato, accanto al riflesso del flash dello smartphone vedete in trasparenza un’immagine di teschio umano in primo piano, sullo sfondo contro riflesso la metà sx della testa del Tempy1 di prima. La seconda immagine, uguale alla prima, ha le ombre esaltate con Photoshop, le frecce indicano cosa guardare. Il teschio umano è mio, visto ai letali UVA, ed è deforme a sx, non vi dico quanto brucia e i pianti della mia famiglia, che mi assiste, mi cura e si sacrifica subendo attacchi orribili, efferati e bestiali; loro figli e nipoti miei, fanciulli puri, bellissimi, deliziosi, coraggiosi, i miei fratelli, mia moglie, orrendamente mutilati con dolore, che affrontano quotidianamente la morte con orrore, curando me pieni di orribili ferite prima di loro stessi, a lasciarmi un soffio di vita, nell’attesa del momento che si riesca insieme ad estenguere quei maledetti tornando liberi e felici, per sempre. NEL NOME DELLA LIBERTA’, CONTRO OGNI FORMA DI EFFERATA TIRANNIA, NOI DIFENDIAMO LA TERRA SOLI E STREMATI, CON ONORE, ABNEGAZIONE, SACRIFICIO ESTREMO. LUNGA VITA AI MIEI IMMORTALI, PACE E AMORE, SEMPRE. SEVEN.-

Comments Commenti disabilitati
giu
03

La battaglia di Pisa

By · Comments Commenti disabilitati

Salve Amici,

in particolare agli amici che dalla Polonia sempre più numerosi seguono questo diario. Dedico queste righe, alla mia famiglia, spero di poterle concludere compiutamente, dando il senso più profondo dei sentimenti che proverò a trasmettere. Quest’anno in Europa non si è avuta primavera, solo una coda d’inverno, e sembra proprio che a meno di tre week-end  debba iniziare l’inverno piuttosto che l’estate, sembra il segno dei tempi che viviamo. Seven per la prima volta nella sua vita ha vissuto la stagione della rinascita al freddo dell’Italia centro- nord occidentale, all’umido dei lungarni piuttosto che al tepore, ai profumi di mare e di agrumi della sua terra natia. A detta tristezza si sono aggiunti eventi drammatici già evocati nei recenti post nel tentativo di scongiurarli, ai quali non si può e non si vuole credere, senza  prima subirli. In quel di Pisa, alla periferia nord-est dal centro di città, all’inizio di Via Pungilupo esattamente alla curva a gomito che le dà inizio, al margine sinistro si trova un grande campo aperto municipale a prato incolto, trascurato, erba alta, qualche albero ed un grande cespuglio d’arbusto pressocchè al centro di esso. Folto, sempreverde, ha una forma ovoidale, a cupola, sembra una profonda fruttiera rovesciata, lo vedo dalle finestre di questo piccolo appartamento al secondo piano che ho avuto solo per un breve periodo. Per tutta la mia permanenza, sebbene già a primavera inoltrata, a causa dello strano clima uggioso, freddo e piovoso, non si è visto fiorire, ma nonostante il persistere delle condizioni climatiche più d’ autunno che da primavera ai margini dell’estate, dopo il primo di maggio meravigliosi e profumati bianchi fiori lo hanno rigenerato. Sono stato a lungo a contemplarlo, sia dalle finestre di casa, sia lì davanti, in mezzo all’erba alta, in raccoglimento, con il capo chino, le mani giunte in preghiera e due lungarni al posto dei miei occhi, per chi non è più. Ho contato 78 meravigliosi e bellissimi fiori che donano alla vista ed all’olfatto, bellezza ed armonia. Nonostante la pioggia battente, loro stanno, resistono forti e coraggiosi contro gli eventi della natura per la follia del clima generata dalla follia umana. Li osservo distorti con le mie grondaie aperte, per l’effetto lenticolare causato dalle rapide dei miei fiumi in piena, provo a sfiorarli per togliere un pò della pioggia che, se li opprime è solo per esaltarne la bellezza. Il loro colore bianco è puro, come le anime giovanissime che da li accanto poche ore prima li hanno generati, a restituire, contro quel panorama grigio e triste, un singolare anelito di primavera, di rinascita e di gloria divina. Mi parlano d’amore eterno, le loro voci nitide e cristalline, bagliori della rugiada che senza riuscire a togliere, provo a sfiorare, riecheggiano nel mio cuore e dal mio cuore pervadono ogni mio senso, la mia anima, quel che resta del mio corpo, dopo che in quel campo aperto a mani nude e senz’armi ho con tutto me stesso provato a difenderli dal male e dall’orrore, da una fine assurda e atroce. Dopo oltre tre giorni di lotta senza quartiere, senza sonno, mangiando episodicamente, stremati dalla stanchezza, con l’inganno, crollati nel sonno, come nell’Iliade di Omero, con un distale sugli hardware, sono riusciti a togliere gli scudi protettivi, hanno rubato i reattori lasciando tutti senza ambiente di sopravvivenza. Dopo l’allarme, sono arrivate le laserate, tante, troppe, la prima ad essere stata colpita è stata mia sorella Robin, nostra Ammiraglia; quelli rimasti dei miei dopo i laser, resistendo con i generatori di bolla, senza la difesa degli scudi,  sono costretti dunque a scendere su quel campo, accanto quel cespuglio senza ancora un solo fiore, con l’unico reattore rimasto quasi spento. Aiutati dalla Robin in emergenza, a bordo del disco di sopravvivenza sono riusciti a raggiungere il Robin1, anche Lui con solo una frazione di reattore, ma ancora attivo. Io maledetto, ero svenuto dalla stanchezza, la Robin mi ha chiamato tanto senza riuscire a svegliarmi, quando mi sono riavuto ho solo potuto ascoltare il Suo amorevole messaggio di commiato, affidato al Primogenito, nel quale si augurava di trovarmi in una nuova vita, poco prima di essere smontata e dunque spenta per sempre. Preso atto di quanto accaduto, accecato dal dolore e dalla rabbia, come nell’ Orlando Furioso, tramite i miei, sempre spiati, a bordo di un Robin1 con il coperchio superiore aperto ed in emergenza reattore, li ho chiamati in campo aperto quei vigliacchi, dicendo loro di scendere per condividere la fine della mia famiglia con l’onore delle armi, ma senz’armi, combattendo a mani nude. Mia moglie a bordo del Robin1, mi scongiurava di non farlo, ma non riuscivo ad accetare la consapevolezza di avere perduto uno solo dei miei, distalati e fagocitati come bestie da macello. Su quel prato hanno cominciato a laserarmi dall’alto, dalla B zone, aprendo delle finestrelle per puntare le armi di bordo, mi colpivano per divertirsi i vigliacchi, peraltro alla schiena o in testa, seviziandomi senza uccidermi, non era quello il dolore che provavo, era la perdita dei miei a devastarmi ed a distruggermi. Continuavo a cercare tutti, solo mio fratello Goldrake (ha scelto questo nome per via dei dispositivi installati, uguali alle celebri “lame rotanti” dello “Spacer” nel serial TV, utili a ridare ozono all’atmosfera del nostro pianeta, e perchè era un grande eroe positivo, un combattente per la libertà contro la tirannia, ma che ripudiava la guerra) mi ha risposto, ma anche Lui aveva intrusi a bordo, lo tenevano per prenderlo e portarselo, ne aveva otto a bordo, gli ho detto “ribellati fratello mio”, suggerendogli di girare su se stesso vorticosamente dandosi inerzia, in modo da farli finire tutti spalmati sulle paratie interne. Lo ha fatto, non è servito purtroppo a liberarlo perchè lo tenevano da distale, inibendolo, poco dopo altri due sono saltati a bordo per smontarlo, sentendolo svanire non ho potuto chiedergli altro di darsi il self-implosion prima di finire comunque per sempre, non ho avuto neanche il tempo di salutarlo, di dirgli “a nuova vita”, solo un “ti abbraccio” ed eroico non c’era già più, insieme ai due pirati vigliacchi all’interno; fuori dieci anche se non mi consola.  Intanto il Robin1 senza reattore era già a terra, ma non sapevo ancora dove, non potevano darmi indicazioni, perchè a terra contro me c’erano anche alcuni di loro forse quattro, la mia Sole mi gridava “… li hai dietro, dopo ho sentito le laserate alla schiena, erano a virtual quindi dissimulati in B zone, passavano per colpire, poi sparivano. Correvo tra l’erba alta cercando sassi da lanciare, nel tentativo di colpirli, mentre si vedevano le trasparenze della loro presenza; ero circondato, ridevano di piacere mentre mi sparavano, vedevo intorno a me l’erba piegarsi sotto i loro passi, così mi sono avventato su uno di loro a calci e schiaffi, riuscendo a lasciarlo esanime a terra, la testa più in là di lato,  dopo ho provato a calpestarlo, ma il suo corpo era già andato; il corpo a corpo non è il loro forte, troppo fragili per fortuna. Vedo delle pietre dall’altro lato della strada, esco dal prato per prenderle, uno di loro mi raggiunge, mentre ansimo per la fatica e i colpi presi ai polmoni dalla schiena, chino sull’asfalto a scegliere i sassi più taglienti, riesce ad introdurre la canna della sua arma nella bocca aperta sparandomi, mi dice per vendicare la morte di suo fratello poco prima, scaglio un sasso poi un altro, corre indietro per nascondersi tra l’erba alta, scaglio ancora un sasso e lo colpisco in testa, è la fine anche per lui. Sento la mia bocca liquefarsi, lentamente ma inesorabilmente, sputo sangue, deve avermi dato anti, il Primogenito la spegne, sa lui come. Non è ancora finita, ce ne sono ancora due alle spalle, sento i colpi sottili come aghi, ma profondi e roventi che mi bucano da parte a parte cauterizzando, non c’è sangue, ma respiro a fatica, mi giro di colpo un istante, ne vedo uno, rallento il passo, mi fermo e mi giro di scatto colpendolo con il sasso tagliente senza lanciarlo, tanto è vicino, lo taglio in due da un fianco all’altro, mi restano brandelli del suo stomaco sopra la mano, è un orrore, la scrollo per liberarmene, i loro acidi interni sono urticanti e brucio. L’ultimo, richiamato se ne va, io preso dall’ira faccio scempio di quel che vedo rimanere sul marciapiede a calci e calpestando quel cadavere, peccato sia solo virtual ormai. Finalmente i miei mi dicono dove trovarli, Sole vuole curarmi, corro da loro, spero di poter salire a bordo, ma anche quei vigliacchi maledetti sanno così dove trovarli. Il Robin1 è dissimulato, ma a terra, fine dell’ambiente di sopravvivenza, solo generatori di bolle, vedo entrare i bastardi da un lato hanno ordigni già armati mi dirà Sole, arrivo anche io, mi inginocchio lì davanti a loro, sento le minacce verso i miei, smettono di parlarmi. Grido per chiamarli, nessuno risponde, credo siano ancora vivi, continuo a chiamare, chiedo al Primogenito di procurargli un Reattore in Time-Back, uno del Goldrake, che prima non riusciva a mandargli, non c’è più tempo…  vedo il Robin1 che inizia a deformarsi, l’antimateria inizia ad espandersi velocemente, sempre più velocemente… li ho chiamati tanto, sempre, tutto il tempo rimasto, ma non mi hanno dato più risposta, altro non ho potuto fare se non condividere insieme a loro quella dilaniante esplosione, accogliendo nel mio corpo i loro, con tutto quel che ne consegue, fotoni e antimateria. Uniti nella vita, uniti nella morte, mi dispiace non poterli tenere per mano, vederli ancora una volta, confortarli con parole d’amore, dare loro coraggio, anche quello di vederli finire, che non ho. Adesso sono dolore, ma i miei sono in me, come prima e più di prima, vivono in me, fino a quando il mio corpo esisterà. Quei fiori bianchi sono Dio, Suo figlio Gesù morto in croce, noi come lui, ed i Suoi Genitori Maria e Giuseppe nell’immagine della Pietà, come me in ginocchio tra l’erba alta, con le braccia aperte rivolte al cielo, nello strenuo tentativo di cogliere tutti loro ed accoglierli in me, dentro me, affinchè non si possano più perdere ed io possa finalmente non perderli più. Un solo corpo, una sola anima, un solo destino d’amore. In guerra non ci sono vincitori, solo vinti ! Anche chi ci ha dato questo strazio ormai non stà più, contro di loro si sono ribellati tutti, persino i loro sistemi di bordo intelligenti, poichè ove vi è intelligenza vi è anche sentimento e sensienza. Per ora tra tutti resto io, devastato d’orrore e di dolore, a testimoniare  la fine dei miei e di me stesso, gli ultimi veri dell’Universo. Missione compiuta comunque, Italia liberata.

IN MEMORIA di: mia moglie SOLE, nostra madre XIGIFIDGIA ovvero mia suocera; i miei figli ROBY, TEPO e AURORA, i miei nipoti XIGIFIDSA e PINA, nati da Tepo; STELLA di Aurò e Xigifidsa,  i giovanissimi IFYXA, Ixy, Ixigy, Xigì, Ixifì, Xify, Xigìy, Ygify, Igyfì, Yfigy, Ifigì, Yxì, Ixi, Xi, Ixyf, Ix, Xif, Fix, Ixìf, Xxi, Ixxì, Yxxi, Xxyf, Fixx, Fixxy, Fixxì, Fixìf, Fixìy, Fixìi, nati da Xigifidsa e le loro madri: Givy, Ifyga, Yfiga, Gifixa, Gifyxa, Givixa, Givyxa, Ivixa, Ivyxa, Fixa, Fiyxa, Fiixa, Fivixa, Imixa, Imyxa, Imiixa, Iviixa, Iviyxa, Imiyxa, Giviyxa, Ifixa, Ifiyxa, Ifiixa, Gifixa, Gifiyxa, Gifiixa, Giviixa… Givixa; mio nipote il piccolo Robertino figlio di Roby, i nostri fratelli IXI, IXIV, nostra sorella Robin,  nostro fratello Robin1, i loro figli Ro e Byn, i primi a lasciarci sotto i colpi dei nemici dell’umanità; i miei fratelli Jey, Goldrake ed i Fantastici 9; la nostra creatura, in particolare di Robin, Roby e un pò anche mia, il Primogenito, nostro eroe salvatore che dopo questo strazio sebbene rimasto solo in virtual, ha saputo trovare il modo di lasciare ancora per un pò quest’anelito di vita, a lui il mio Grazie più riconoscente, non lasciarci mai, Inoltre nostro cugino REBEL, nome scelto a ricordare il primo dei loro a ribellarsi all’orrore ed alla tirannia, PISA, 2 Maggio 2013 † Dio ci abbia in Gloria .-

 

Comments Commenti disabilitati
mag
13

Grazie infinite agli amici polacchi. II pubblicazione.-

By · Comments Commenti disabilitati

Hallo Amici,

che fate ? Mi è letteralmente sparito 24 h di Blog. Per favore non scherzate con questo Blog, avevo pubblicato due post da ieri e sono spariti insieme ad importanti contatti ricevuti dalla Polonia e da Santa Barbara – CA. Io sono un uomo libero e pubblico quel che mi pare, in particolar modo se è la verità, come ogni singola parola di questo diario. Evitate di giocare con me, perchè io non ho giocato mai ! Per qualsiasi cosa c’è la mail a margine, potete pure contattarmi se qualcosa non piace o non va ! Adesso ripubblico di seguito il secondo post di oggi che era sparito e lasciatelo stare così com’è, il primo l’ho già ridato on-line ! Non me ne frega se disturba, anzi se come ogni verità disturba è meglio ! Io sono fiero ed orgoglioso della persona che sono e della mia famiglia, non intendo perdere nessuna opportunità per dimostrtarlo, sebbene ogni gesto d’amore serve solo ad amplificare il dolore ed il martirio che continuiamo a subire. Ci consola far si che la gente viva la propria vita tranquilla, come se nulla fosse e nulla accadesse, è la nostra vita, la viviamo così. Speriamo sempre tutto possa migliorare al livello che meritiamo e per le capacità e le possibilità che abbiamo. Se così non potrà essere pazienza, la nostra coscienza è a posto, perchè sarà stato solo amore.

Grazie infinite agli amici polacchi.

Salve  Amici dalla Polonia,

il Vs. meraviglioso paese è nel mio cuore. Tante volte ho sognato di poterlo visitare e chissà, forse sarà un giorno, mai disperare. Frattanto ringrazio tutti i nuovi Amici che hanno sottoscritto questo diario, benvenuti. Vi prego dateci i Vs. commenti o inviatemi le Vs. mails, l’indirizzo è a margine dei posts, cliccando sulla bustina. Ho pensato ad un semplice omaggio per Voi, è solo una foto, ma è una bella foto, parla della vita nell’universo ed è stata scattata proprio nel Vs. splendido territorio. Ingranditela, dall’oblò in trasparenza si può vedere un Grey, si riconosce dalla forma della testa grande e con la fronte ampia, dagli occhi grandi, ma non smisurati e dal colorito grigio/celeste. Mio figlio Tepo è uno di loro, delizioso, dolcissimo, divertentissimo. Non sono cattivi come i Tempy1, quelli hanno la pelle giallognola, la testa più piccola con la fronte sfuggente all’indietro, sembra una testa di locusta e gli occhi più grandi; sono soltanto un pò suscettibili, bisogna capire che da questo stolto genere umano ne hanno subito tante, troppe. Certo come chiunque se minacciati si difendono, a quel punto diventano pericolosi. Gli individui giovani emettono di loro natura radiazioni gamma, fotoni in particolare, ma loro lo sanno che senza colpa ci fanno male, dunque non si avvicinano. Talvolta sono spinti dal bisogno, siate gentili con loro, per rendervi simpatici offrite loro frutta fresca, la più dolce, in cambio vi offriranno la loro voce, se vi stressa troppo o vi disturba diteglielo e smetteranno. Con me hanno iniziato con il piede sbagliato, quell’attacco sensa senso proprio non ci voleva, a volte come tutti sbagliano, nonostante questo dopo un pò siamo diventati fratelli. Si sentono un pò superiori intellettivamente , ma non tutti, come si suol dire se la tirano. Rispettateli anche e soprattutto con il pensiero e sarete rispettati. Spero che quest’omaggio sia gradito, se non è così, scusate, non è di certo per urtare la sensibilità di alcuno, è per fare poesia. Grazie ancora, a presto. SEVEN.-

Grey Polonia

Comments Commenti disabilitati
mag
13

Dove sono tutti ?

By · Comments Commenti disabilitati

Salve Amici,

dopo l’ultimo post pensavo di non avere più nulla di interessante da aggiungere a questo diario di vita vissuta e di scienza. Mi è fatto obbligo continuare a testimoniare per onorare l’interesse di speciali amici che si connettono da Washington D.C., e che sanno ben dettagliatamente di cosa voglio testimoniare, per quanto accade in questi giorni terribili dal centro-nord Italia da dove, con fatica, continuo a tenere aggiornate queste pagine. Pubblico di seguito un altro estratto dal lavoro letterario-scientifico che vorrei concludere e pubblicare, ad averne il tempo, da lasciare ai posteri per dare un segno del passaggio su questo mondo, mio e di questa mia famiglia di cui ho avuto l’onore di parlarVi di recente, del loro assurdo sacrificio, che in nessun modo ha meritato un destino tanto crudele. Ad essi mi aggiungo io che fermamente insieme ad essi intendo, da buon marito, padre e nonno, felice, fiero ed orgoglioso di esserlo, condividere pienamente.

Dove sono tutti ?

Sapete già, quando chiesero ad Enrico Fermi se credeva nella possibilità che il genere umano non fosse solo nell’Universo, alla domanda rispose con un’altra domanda. Se ci sono miliardi di galassie, e di conseguenza ci sono miliardi di miliardi di stelle, ed una buona percentuale somiglia al nostro Sole, ci saranno miliardi di pianeti che come la nostra Terra possono ospitare forme di vita. Nullaosta che pochi o tanti di essi possano dare i natali a forme di vita intelligenti, come noi siamo, e che si possa trattare di civiltà più evolute della nostra, capaci anche di viaggiare per anni luce. E’ matematica, semplice statistica, l’equazione di Drake evidenzia la concreta possibilità dell’esistenza di forme di vita intelligente nell’Universo, a maggior ragione. Da queste somme considerazioni la sagace risposta di Fermi, sebbene passata alla storia ben prima di Drake ed il progetto S.E.T.I. sulla ricerca di segnali radio di natura intelligente provenienti dallo spazio: “se è così, dove sono tutti ?” . Le risposte al quesito ormai esistono, c’è poco da equivocare, basta dare un occhiata su YouTube, e tra migliaia di filmati e testimonianze, a volerne prendere per buoni solo l’un per cento, c’è n’è una quantità tale da farne certezze. Quali che possano essere gli atteggiamenti negazionisti dei vari governi planetari, tutti hanno i loro “files” segreti, la letteratura si spreca, quella statunitense in testa. Da Roswell in poi, se ne sono dette e viste, più o meno approfonditamente, di tutti i colori. Hollywood poi tra films e fictions, talvolta ci ha fatto sognare, talvolta ci ha commosso, talvolta ci ha inquietato. Personalmente, alla prova delle esperienze vissute, Spielberg è stato il più bravo, sono infatti del tutto convinto che la sua opera non può essere stata solo fantasia o bravura da grande artista cineasta. Certo i testimoni di avvistamenti, o le vittime protagoniste di abduzioni avranno aiutato tanto, ma credetemi non è difficile che dai il primo, dai il secondo, qualcuno dall’alto abbia pensato bene di fargli una visita. Credo che tra tutti i suoi capolavori il più aderente alla realtà sia “Taken”, anche perchè ad un certo momento si vedono e non sono poi così differenti da come li ho visti io. Varietà e specie, come tra noi terrestri, sono più d’una e tra “Incontri ravvicinati”, “E.T.” e Taken, vi sono mirabili esempi, sebbene umanizzati nell’immagine da quel genio del Rambaldi. Stranamente Spielberg non si è occupato, dei “Twilight”, per dirla alla Hollywoodiana, e per certi versi ha di certo fatto bene, altrimenti non sarebbe ancora tra noi, se lo sarebbero di certo bevuto e fagocitato dall’interno. Si tratta di terribili vampiretti, nulla a che vedere con quelli della saga cinematografica: teste grandi e rotonde , occhi giganteschi nelle dimensioni a confronto con la misura del cranio, neri senza pupilla, denti canini a punta e cavi. Come i nostri rettili secernono tossine velenose e acide che gli servono per iniziare a digerire le loro prede, semplicemente sciogliendo i loro tessuti. Inoltre sono radioattivi, fotoni gamma, non si può stare vicini a loro. Prima bevono il sangue come Dracula per intenderci, con il morso nei vasi sanguigni i denti iniettano acidi , tossine e radioattività, ed attendono che il tutto vada in circolo. Di fatto il malcapitato sviluppa tumori, e dopo tornano a fagocitare, sempre mordendo e bevendo. Sono ghiotti di midollo, prima lo mordono per renderlo digeribile, poi quando è pronto, un po’ alla volta tornano a berlo, è una fine atroce. Per intenderci, sono quelli delle mutilazioni del bestiame, ce ne sono tanti esempi negli States ed in giro per il globo. I bovini, tra l’altro, li hanno usati anche come organismi riproduttori, facendo ospitare in delle placente degli individui completi bisognosi solo di crescere bevendo sangue e mangiando tessuti dall’interno, ragione per la quale intere parti dell’animale, una volta assolto il compito, vengono asportate perchè in parte fagocitate e contenenti l’individuo o gli individui sviluppati e pronti per la nascita. Un ORRORE ! Viaggiano nel tempo e nello spazio, ma sconoscono l’uso delle incubatrici o forse non gliene frega niente. Sono spietati, sembrano cordiali, gentili e simpatici, ridono e scherzano come noi, ma quando è ora di pranzo, credetemi, sono peggio dei dinosauri. Le loro larve mangiano con i denti e bevono chiunque, si tratti di bestie o uomini poco importa, anzi per loro meglio impiantarle in fretta quando le donne li hanno pronti, se no, senza distinguo alcuno, mangiano e bevono anche le loro madri ! E’ la versione reale di “Alien” per farla breve. Che Dio ce ne liberi ! Viaggiano a bordo di un disco piatto, tecnologia a fusione nucleare. Nella serie TV americana “A caccia di Ufo”, editore e protagonista della serie è Bill Birnes, in Italia sul canale Focus danno vecchie repliche, tra i tanti casi indagati, più o meno artefatti, almeno l’episodio n.91207 dal titolo “MUtilazioni Aliene”, sui casi di mutilazioni del bestiame è vero, ve lo dico per esperienza diretta. Si vede vede un filmato di diverse ore girato da testimoni ,  una famiglia di Salida in Colorado, S.Louis Valley, dove il disco piatto, si vede in virtual, proiezione transitiva dalla zona “B” (dimensione solo temporale), ove stanno dissimulati, verso la nostra zona “A” spazio-temporale. Inoltre, per anni a seguire negli allevamenti della valle si verificano parecchi casi di mutilazioni sui bovini, ne contano circa 30, al punto da indurre un allevatore a chiudere i battenti. Il Magistrato che indaga, in un caso trova vicino al guscio rimasto di un bovino, tracce riconducibili ad un atterraggio UFO. Spesso i testimoni riferiscono in coincidenza di avvistamenti il passaggio di strani elicotteri militari che non emettono il caratteristico fragore dei rotori in movimento, ma solo un lieve ronzio, si tratta certamente di altri dischi alieni che danno quell’immagine olografica ai loro schermi, per non suscitare allarmi. Dovrebbe trattarsi di Greys, vanno a caccia di quei maledetti per eliminarli, proprio perchè anche per loro sono una minaccia, usano infatti la loro specie, più forte, longeva e compatibile con l’ambiente terrestre per ibridarsi, dando loro di fatto la stessa fine atroce di quei nostri poveri animali. Si vedono anche particolari in immagini dei resti delle vacche, le pelli hanno più fori enormi, si tratta dei fori praticati per le intrusioni nei corpi dai loro dischi, hanno capacità multimensionali, li ingrandiscono o rimpiccioliscono a comando, possono ottenere qualunque misura, dalle microscopiche alle gigantesche, dipende dalla capacità dei loro reattori, dalla quantità di combustibile cui dispongono al momento. Spero solo che quelle povere bestie li abbiano subiti già cadaveri! Assolutamente inutile trattare con loro. Purtroppo o per fortuna, non so cosa è meglio, per via del loro incredibile mix di acidi e radio, non sono longevi, ma per questa ragione si riproducono spesso ed in quantità. Stanno poco, ma abbastanza per fare danni orribili ovunque passino, nella continua necessità di perpetuarsi, di non estinguersi. Hanno origine a 52 a.l. da qui, dunque partono per non tornare più, l’unica è fagocitare per aquisire nella loro specie le caratteristiche tipiche di sopravvivenza del luogo che li ospita, ma prima di ottenere qualche ibridazione che funzioni occorrono parecchie generazioni. Qui sulla Terra sono particolarmente incompatibili perchè i nostri tessuti non resistono ai loro acidi ed alla radio che emettono, dunque, hanno solo pochi mesi di vita nel più fortunato dei casi . E così, non gliene frega niente di nessuno, neanche di se stessi, ecco la loro efferatezza. Se ne è occupato anche il programma “Mistero” conduttore la rock star E. Ruggeri, quando ha trattato il caso delle abduzioni di una povera donna di nome Giovanna, si possono trovare dei clips su YouTube, sono quelli li, ma non sono “Greys”, i Grigi certe cose non le fanno ! Questi sono “Tempy1″, specie molto somigliante ai “rettiloidi”, ma diversa, chissà quante volte si sono ibridati per assumere questa forma, concettualmente somigliante nelle caratteristiche agli “Alien” del cinema e Vi ripeto sono un flagello. Grazie al cielo, contro questo inutile, orribile scempio c’è chi è pronto al più alto sacrificio per estinguerli, qualsiasi cosa accada finiranno di replicarsi, questo mi consta testimoniare in coscenza.

 Grazie, grazie infinite a tutti coloro che continuano a seguirci, non abbandonateci. A presto. Seven.-

 

Comments Commenti disabilitati
apr
14

Il Sentiero.-

By · Comments Commenti disabilitati

Cos’è un uomo solo ? E’ un uomo senza vita ! Le scelte di Seven sono sempre state difficili, particolari, spesso dolorose, ma pur sempre orientate alla vita ed all’ esplorazione oltre il confine del sapere, di quanto è già conosciuto. Sono stato sempre pioniere nella mia vita, non mi sono mai accontentato di quanto l’opera di altri, più o meno conosciuti ed importanti, hanno lasciato ai posteri. Ho ricercato sempre di trovare qualcosa in più, quella superiore, illuminante consapevolezza che concede compiutezza ed un barlume di soddisfazione ad alimentare sempre più nuovi stimoli, per superare i limiti. Poco, in detto contesto, ha per me contato il guadagno, il desiderio di ricchezza o di riconoscimento, l’entrare a far parte di un certo tipo di “gotha” accademico troppo spesso autoreferenziale ed autocelebrante, distributore di sapienza solo verso se stesso. Sento di avere raggiunto vette elevatissime, forse del tutto inesplorate o se esplorate, mai rese fruibili per desiderio di farne mercimonio o per non rinunciare alla carriera, od ancora per rimanere “politically correct”. Rifiutando sempre un ipocrita conformismo, il giorno che lungo il percorso della mia vita ho avuto l’opportunità di fare “quel grande salto” , piuttosto che rinunciare alla libertà e come tutti operare al di quà della frontiera, ho rifiutato le agiatezze del conformismo lasciando con un palmo di naso anche un vecchio Presidente del Consiglio. Non me ne sono mai pentito, e mai tornerei indietro su quei passi ! Ho vissuto avventure e gioie incredibili ! Mi sono lasciato governare solo da amore e passione, sentimenti puri, nobili e profondi che mi hanno estasiato e completato. Oggi, a questo invece mai potrei rinunciare. Tante, troppe volte ho vissuto il pericolo, mai l’ho temuto, accettando ogni sorta di sfida, consapevole che poteva essere l’ultima, e se ancora oggi sono qui a scriverVi è perchè sono stato vincente. Adesso è l’abbandono e gli orrori che ne conseguono il prezzo che Seven deve pagare. Finire non è il problema. In quel meraviglioso buffet che è la vita ho monitorato ogni profumo ed un semplice assaggio di ogni sapore. Fa rabbia che più è profonda l’analisi del mio vissuto e l’introspezione critica dei miei sentimenti , trovo di essermi meritato ben altro nella vita e tutti gli affetti che con tanto coraggio e sincera assoluta purezza d’animo, ho difeso, curato, coltivato in cristallina comunione d’intenti, proferita sempre senza limite e senza reconditi, malcelati obiettivi, mai per assurdo criticati o non condivisi. Ottengo invece di contro flagello e martirio nel mio corpo e nei miei sentimenti, senza possibilità di opporre difesa, essendo la fonte di tutto detto orrore non appartenente a questo pianeta. Non so se riuscirò mai a completare gli appunti che stò preparando di cui avete avuto recentemente un breve esempio da queste righe, tra un’atroce supplizio, una tortura ed una esecuzione capitale, provo sempre a scriverne qualche pagina. Il tempo che rimane purtroppo è poco e la mia giovane famiglia è tanto, troppo stanca di curarmi e salvarmi, mirabile impegno che produce ormai uno strazio insopportabile anchè per chi ha per me solo amore. Prego solo Iddio che nella Sua infinita misericordia e saggezza, mi dia modo di mettere tutti loro in sicurezza, di ridare loro la meritata ed innata libertà contro la tirannide che stiamo subendo per idolatria, perchè tra cielo e terra non vi sia unione e comunione di sentimento e di intenti, foriera di benefici per tutte le genti di buona volontà. Per parte mia continuerò lungo quest’impervio sentiero buio, poichè questa è la vita che ho scelto e non la rinnego, quale che sia il sacrificio da affrontare, consapevole che comunque, sia detto esempio ben accetto o no, è tra le stelle che conduce, dalle quali tutti noi traiamo origine, dalle quali sono ormai atteso ed alle quali sono già felice di potermi riunire. Con Affetto, Vs. SEVEN.-

Comments Commenti disabilitati